Vorrei essere libero

20.02.2021
 
Le parole nuove di Giorgio Gaber

NICOLA LOTTO / TAM TEATROMUSICA

con la collaborazione della Fondazione Giorgio Gaber
da un’idea di Giampaolo Fioretti
testo, arrangiamenti, voce narrante e chitarra Nicola Lotto
scene e video Alessandro Martinello
scrittura scenica Nicola Lotto e Alessandro Martinello
immagine locandina di Gianluca Alfieri
elaborazione grafica di Alessandro Martinello
canzoni di Giorgio Gaber

 

Teatro canzone con videoproiezioni
Durata: 55 minuti

 

"Andavo alla televisione, cantavo una canzone, facevo un bell'inchino.

Poi mi guardavo e mi facevo schifo.

O riuscivo ad andare avanti come volevo io o basta.

Non volevo più fare il buffone e quindi

intorno gli anni 70 ho iniziato l'attività teatrale'

- Giorgio Gaber

 

PAOLO JACHIA 'Giorgio Gaber 1958-2003. Il teatro e le canzoni' Editori Riuniti, 2003.

 

Sono trascorsi già 50 anni da quando Giorgio Gaber, affermato attore e cantante milanese, portava in scena per la prima volta il suo Signor G, dando vita al Teatro Canzone, genere ibrido tra musica e teatro dove i diversi linguaggi, canzone e monologo, si intrecciano e uniscono assieme.

Ci siamo chiesti che tipo di valore possa avere, raccontare oggi la parabola artistica dell'Adorno del Giambellino (come lo chiamava il critico Enzo Golino) o del Filosofo ignorante come amava definirsi egli stesso, e in che modo sia corretto descriverlo alle nuove generazioni che vogliano farne la conoscenza.

La risposta sta tutta nelle parole dei suoi spettacoli: coraggiose, irriverenti, ironiche, capaci di sciogliere e intimidire ma anche di mettere a fuoco, mirare e centrare il punto. Parole che nascono da un approccio critico nei confronti delle cose, dalla tensione intellettuale del mettere in discussione le verità assolute, dalla consapevolezza che i dogmi sono semplicismi che impoveriscono e che il senso, se c'è, è ancora nella ricerca incessante di un senso.

Nicola Lotto, accompagnato dalla chitarra e da immagini e video dell'epoca, racconta con parole e canzoni gli anni '70 di Giorgio Gaber. Narra il passaggio dalla televisione e dalla 'canzonetta' al teatro, la nascita del Teatro Canzone firmato con il pittore viareggino Sandro Luporini, la forza propulsiva innescata dal Movimento del '68 e il coraggio di distanziarsene, criticandolo con l'istinto e l'ironia di chi non deve tener fede a nessuna bandiera, di chi è libero per natura anticonformista 'e convinto che la forza del pensiero sia la sola libertà'.

 

NICOLA LOTTO (PADOVA, 1983) È CANTANTE E CHITARRISTA, CANTAUTORE. LE SUE CANZONI SONO ESEGUITE CON CHITARRA ACUSTICA E VOCE, INFLUENZATE DALLA TRADIZIONE FOLK E DAL CANTAUTORATO, SOPRATTUTTO DI MATRICE ITALIANA. SI È LAUREATO IN SCIENZE DELLO SPETTACOLO E DELLA PRODUZIONE MULTIMEDIALE DELL’UNIVERSITÀ DI PADOVA CON UNA TESI SUL TEATRO CANZONE DI GIORGIO GABER. HA AL SUO ATTIVO NUMEROSE ESPERIENZE DI READING MUSICALI, IL PIÙ RECENTE È SU UNA STAGIONE ALL’INFERNO, POEMA DI ARTHUR RIMBAUD.

 

 

 
 
Facebook
Youtube
Vimeo
Flickr
 

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti sulle iniziative del Tam

News